sabato 21 maggio 2011

Scrivere la tesi con un Tablet PC

Scrivere la tesi con un Tablet PC, dotato di una buona stazione di ancoraggio e monitor esterno, è decisamente un'altra esperienza.


Questa è, attualmente, la mia situazione: sulla destra c'è il mio HP tc1100 agganciato alla stazione di ancoraggio, piatto sulla scrivania in "modalità scrittura", che viene utilizzato come schermo per la consultazione degli articoli e dei dati. Lo schermo da 10,4 pollici in formato 4:3, dotato di solo digitalizzatore Wacom, mi permette di rivedere le note di OneNote o di leggere gli articoli in PDF, evidenziando o annotando a penna secondo necessità.

Alla stazione di ancoraggio, e quindi al Tablet PC, è collegato un secondo monitor da 17 pollici che si propone come lo spazio di lavoro principale, ospitando il testo della tesi, in ultima versione scritto su Word 2010 ed automaticamente salvato in una cartella protetta del mio spazio SkyDrive grazie a Microsoft Office Web Apps.


Il tutto è affiancato dal mio Acer Aspire EasyStore, piccolo NAS con quattro dischi da 250 GB in RAID5 che mi permette di salvare al sicuro copie dei dati così come di effettuare il backup del sistema, da un disco Fujitsu Celvin Drive D200 da 2 TB (appena arrivato come premio del progetto LIFEBOOK4Life e al momento ancora poco utilizzato), da un Microsoft Arc Mouse, tastiera senza fili ed una ottima aranciata.

Mancando sulla scrivania cavi o fogli di carta, un gatto si preoccupa di risolvere l'enorme problema di mancanza di caos.

Questa è, a mio parere, una situazione ottimale. La scrivania è sgombra e pulita, i dati sono ordinati e recuperabili con un semplice e veloce clic, ho la possibilità di leggere comodamente, evidenziare ed annotare così come la possibilità di scrivere con tastiera fisica su uno schermo vasto e comodo. Tutti i dati sono automaticamente salvati in molteplici copie grazie alle funzionalità Web Apps di Microsoft Office 2010 e al backup automatico su rete presente in Windows 7 Professional e per presentare i dati al professore posso inviare via posta il collegamento al documento o sganciare il tablet e presentargli il tutto a ricevimento direttamente sullo schermo del tablet.

La cosa che rende il tutto ottimale e capace di rispondere alle mie esigenze non è però la presenza del semplice Tablet PC quanto l'unione di più parti, in particolare di una stazione di ancoraggio ben progettata. Senza una stazione di ancoraggio capace di piegarsi sulla scrivania, modificando l'orientamento del tablet, difficilmente sarei in grado di annotare e leggere comodamente i documenti che mi servono. Senza uscite video nella stazione di ancoraggio, non potrei lavorare in multischermo.

Un Tablet PC riesce a migliorare la vita dello studente in modo estremo, ma solo se il Tablet PC è fornito di una buona stazione di ancoraggio allora diventa lo strumento perfetto. L'HP 2760p, il Fujitsu T901, il Lenovo X220 Tablet, il Panasonic CF-C1... sono tutti strumenti spettacolari ed ottimi Tablet PC. Ma mancano di stazioni di ancoraggio ben progettate e questo è uno dei tanti motivi per cui io resto ancora legato al mio vecchio, vetusto tc1100.

15 commenti:

nox ha detto...

ho una configurazione molto simile, con qualche "piccola" modifica... però posso dire che con il tm 2000 el non sento troppo la mancanza di una base considerando che utilizzo le porte che é in grado di offrimi, certo le porte USB non sono molte, ma in compenso ho l'uscita HDMl, con cui lo collego ad un 24"

A.C. ha detto...

Complimenti, bel sistema. Ti invidio sinceramente. Ti posso chiedere alcune cose, anche se alcune sembreranno stupide, ma io sto cercando di allestirmi un sistema del genere, fino ad ora ho usato un normale notebook (che peraltro mi ha servito bene, un Fujitsu Amilo). Io sono un docente, e il mio lavoro (oltre a fare lezioni) consiste proprio nella ricerca, cioè leggere e scrivere testi, esattamente come si fa con una tesi.
1) Ho ben capito che con l'HP tc1100 ti trovi molto bene. Ma ad oggi cosa potrei comprare che mi offre le stesse potenzialità (a meno di non comprarmi un HP usato?)
2) Mi pare di capire che il tc1100 gestisce sia i file pdf sia la tesi. In altre parole non si affianca ad un desktop. Ma come fai a leggere il pdf sul tablet, segnando magari i passi interessanti, e contemporaneamente leggere e scrivere la tesi sullo schermo? Ed è possibile trasferire brani dal pdf alla tesi (ad esempio citazioni?)
3) Invece di Skydrive (che non conosco) posso usare altri sistemi, come ad esempio google docs?
4) Perché usare l'acer easystore invece di un normale hard disk esterno? Quali vantaggi offre, a parte lo spazio notevole di storage?
5) La tastiera esterna che usi agisce sul tablet? E perché non usare quella del tablet?
6) I collegamenti tra i vari device sono senza fili?

Scusami per la raffica di domande, ma sto cercando di capire come configurare un sistema valido, possibilmente senza spendere troppo ma facilitando il mio lavoro.

ciao

Augusto

Ventu ha detto...

anch'io sono molto interessato alla tua configurazione, ma ho un problema sostanziale per attuarla (chissà che tu non possa risolverla): quando collego il monitor esterno al mio tm2, segue esattamente lo stesso orientamento del tablet; il che mi rende impossibile farlo in qualsiasi posizione, dato che l'orientamento 0°corrisponde a tenere il tm2 dal lato della batteria (cosa alquanto improbabile).

Biru ha detto...

Devo dire che il custode ha perfettamente ragione. io usando un hp 2730p senza stazione di ancoraggio ho avuto un po' di rogne... e ho dovuto optare per una configurazione simile ma non ottimale. Oltre al fatto che il mio tipo di tesi, tuttavia avvantaggiava tale soluzione. Infatti essendo di tipo sperimentale, inviavo sul monitor esterno gli output del software di simulazione, e i pdf di consultazione, mentre sul 12" del tablet tenevo word.
Poi lo spazio su skydrive... fenomenale!
Mi permetto di rispondere ad Augusto su questo punto.
Microsoft SkyDrive è un servizio microsoft legato ad un account LiveMsn (quindi messenger, hotmail). E' gratuito ed offre ben 25Gb di spazio. Ha l'enorme difetto di limitare la dimensione dei file da salvare ad un massimo di 50Mb.
Inoltre di questi 25 Gb ve ne sono 5 che agiscono sotto Windows Live Mesh. E' un client che si installa sui propri dispositivi (Pc, Smartphone), e che ne permette la sincronizzazione dei dati senza dover far nulla.
inoltre le cartelle su SkyDrive possono essere condivise con altre persone (comodo per progetti di gruppo)

Ah... il gatto è un tocco di classe!

il Custode ha detto...

Allora...

la stazione di ancoraggio del tc1100 è una cosa pressochè unica. Non è un semplice moltiplicatore di porte, ma regge il tablet "come uno schermo" permettendo anche di abbassarlo e ruotarlo. E' qualcosa che aumenta il tablet, non semplicemente le sue porte. E' anche una stazione di ancoraggio ben pensata a livello di driver, in quanto permette di ruotare il tablet senza modificare le impostazioni dello schermo esterno.

Stazioni di ancoraggio simili sono disponibili per i Fujitsu Stylistic serie ST ed erano disponibili per i vecchi convertibili Toshiba ma al momento non sono prodotte.

Per rispondere:

1) Nulla. E' il motivo per cui mi tengo il tc1100... viene superato in potenza ma non in usabilità.

2) Il tc1100 è il mio unico PC da ormai cinque anni. Non è affiancato a nulla ma, a casa, è usato in multischermo.
Su uno schermo ho un documento (ad esempio il PDF) sull'altro un altro (ad esempio la tesi in Word). Si tratta dello stesso desktop, per trasferire pezzi o citazioni faccio un semplice trascinamento o copia-incolla. Impagabile come comodità.

3) Sì, è possibile, ma SkyDrive, essendo pensato per Office 2010, è un'altra cosa. Non bisogna impostare nulla, è tutto nativo. Decidi di usarlo e lui, semplicemente, ti serve come un servo fedele senza mai farsi notare o rompere. Lo adoro.

4) Principalmente sicurezza. I quattro dischi in RAID mi permettono di mettere i dati al sicuro anche da rottura fisica del disco. Se un HD esterno si rompe, perdi tutto. Se uno dei dischi dell'EasyStore si rompe, i dati sono comunque presenti negli altri tre dischi e sono salvi.
Poi essendo un NAS ci posso accedere da remoto, il che è comodo.

5) Sì. Uso la tastiera esterna per due ragioni: il tc1100 agganciato non permette l'uso della sua tastiera, e poi avere una tastiera "grossa" con tasti aggiuntivi e tastierino numerico è comodo quando si lavora alla scrivania.

6) Solo mouse e tastiera sono wifi. Il resto è rigorosamente cablato tanto è tutta roba che resta dietro e sotto la scrivania, e poi il cavo è molto più veloce del wifi.

il Custode ha detto...

@Ventu: da quanto vedo su internet, è così e non si può modificare... nel tc1100 ci sono driver video apposta che gestiscono anche l'orientamento, evidentemente sul tm2 non ci hanno pensato.

Ventu ha detto...

grazie, Custode. per caso utilizzi o hai mai utilizzato anche Dropbox oltre a Skydrive? Mi piacerebbe un confronto.

cervelli ha detto...

@Ventu (per l'orientam,ento del TM2)

In Windows 7 Pro (32bit) sul mio Fujitsu T730 l'orientazione degli schermi si gestisce così:

- click destro sulla scrivania
- seleziona "Risoluzione schermo"
- nella finestra che appare seleziona lo schermo di interesse ("1" o "2") nella pèorzione superiroe
- seleziona l'orientamento preferito nel menu a tendina "Orientamento"

Biru ha detto...

@Ventu: io utilizzo sia Dropbox che Skydrive, per cose differenti. Skydrive lo trovo comodissimo per il backup delle foto, e la sincronizzazione di determinate cartelle con LiveMesh.
Dropbox, invece, lo utilizzo di più per condividere cartelle con altri compagni di corso (ad esempio per condividere appunti e registrazioni di lezioni; lavorare su delle relazioni o progetti in modo da aver accesso tutti agli stessi file)
Tuttavia, Dropbox ha alcune pecche. Primo: non posso decidere io che cartelle condividere (il client crea una cartella "Dropbox" nel pc.
Secondo: la sincronizzazione è continua e è del tipo "copia esatta" quindi se nella tua cartella aggiungi file, questi si aggiungono a tutti coloro con cui si condivide la cartella; tuttavia se qualcuno cancella dei file, anche accidentalmente, il client andrà a rimuovere tale file a tutti gli altri. (per 30 giorni (mi pare) si ha la possibilità da web di ripristinare i file cancellati e versioni dello stesso file precedenti, quindi non è un grosso dramma)
Secondo me, comunque bisogna provare i vari servizi e trovare quello che più si adatta alle proprie esigenze.

antosecret ha detto...

ciao!
innanzitutto complimenti per l'ottimo sito che gestisci.... Volevo chiederti se hai una soluzione a questo problema: In una situazione simile a quella descritta nell'articolo, se utilizzo la penna o il touch per, ad esempio, sottolineare un pdf, il puntatore del mouse si sposta dallo schermo esterno a quello del Tablet... è possibile evitare questo effetto ed usare penna, touch e mouse come dispositivi indipendenti tra loro?
Utilizzo Windows 7 64 bit.
Grazie in anticipo!

Antonio Zarcone ha detto...

Ciao Custode! Come fai a usare un altro schermo (qui quello di 17pollici) come fosse un altro spazio di lavoro?

il Custode ha detto...

@Antonio Zarcone? In che senso "un altro spazio di lavoro"?

Antonio Zarcone ha detto...

Nel senso che hai un altro spazio windows dove visualizzare altre cose rispetto allo schermo n.1. Ho comunque compreso che hai usato la funzione "Espandi schermo" di windows, che oggi anch'io ho sperimentato sul Tm2. Per il Tm2, non essendoci stazioni di ancoraggio di mamma Hp, cosa consigli di fare per inclinate lo schermo a piacimento? Perdona la domanda sul Tm2, che accomuno a questo articolo per un'esperienza come quella che tu hai descritto e che io sto ricercando.

il Custode ha detto...

Sì, è un normale schermo esteso. Per il tm2 c'è poco da fare: o ti crei qualcosa da solo (io ormai con il lego sto creando cose spettacolari in questo campo; lo schermo da 17 pollici in foto è sostenuto da una struttura in Lego) o usi uno dei tanti "tablet pc stand" https://www.google.it/search?hl=it&q=tablet+pc+stand&aq=f&aqi=g4&aql=&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.&wrapid=tlif134467111567010&um=1&ie=UTF-8&tbm=isch&source=og&sa=N&tab=wi&ei=hg0mULiOL6r74QS5-oHwBA&biw=1280&bih=696&sei=iQ0mUKDlAeuQ4gSh9ICIBw che son pensati per iPad e simili ma che spesso funzionano bene anche per tablet più grossi.

Una soluzione veramente comoda però non esiste, ormai stazioni di ancoraggio belle come quella dell'HP tc1100 non si trovano - motivo per cui mi trovo male a lavorare alla scrivania con il 2760p

Antonio Zarcone ha detto...

Ok! Grazie mille delle info :-D magari puoi creare un nuovo post sull'uso del lego col tablet pc. Buona Domenica!