giovedì 31 marzo 2011

Università di Padova, Asus e Libreria Universitaria insieme per il primo corso digitale italiano

Da venti giorni una trentina di studenti dell'Università di Padova hanno iniziato un corso totalmente digitale: libri di testo elettronici, appunti presi su tablet con tecnologia Wacom.


Il progetto, decisamente innovativo, è frutto di una collaborazione tra l'Università di Padova, Asus e Libreria Universitaria e vede tre docenti dell'ateneo pubblico impegnati a tenere il corso di Italian Entrepreneurship della Facoltà di Economia in un modo decisamente insolito. A tutti gli studenti e ai docenti (questi ultimi già utilizzatori di Tablet PC Lenovo) sono stati forniti da Asus, in modo gratuito, degli Eee Note EA800, dispositivi a metà strada tra un Tablet PC ed un Tablet Computer.
Libreria Universitaria, in collaborazione con i docenti Paolo Gubitta, Martina Gianecchini e Diego Campagnolo, si è invece impegnata a creare i libri di testo in versione digitale pensandoli in modo specifico per l'utilizzo con il dispositivo di Asus ma soprattutto su misura per gli studenti ed il corso specifico.

Il risultato è un corso totalmente privo di carta non per ridicole motivazioni ecologiche (costruire un Tablet PC e una struttura di rete è infatti economicamente ed energeticamente più dispendioso che stampare trenta libri e trenta quaderni) ma perchè si propone, con l'utilizzo delle nuove tecnologie, di rendere più agevole il percorso di studi ripensando la tecnologia di apprendimento.


Scopo del progetto, dal punto di vista dell'Università di Padova, è quindi portare il livello della didattica quotidiana al livello che gli studenti usano tutti i giorni, ovvero quello della tecnologia avanzata e della condivisione dei dati: attraverso l'Eee Note EA800 e la rete appositamente creata gli studenti ricevono le slide ed i materiali della lezione prima che questa inizi e, grazie alla tecnologia Wacom, sono in grado di prendere appunti direttamente con la penna elettromagnetica sullo schermo del tablet. Gli appunti e le note possono poi essere condivise con tutti gli altri studenti e con gli stessi docenti, in modo da avere un rapporto di collaborazione aperta tra docenti e studenti per tutta la durata del corso.

Dal punto di vista di Asus e di Libreria Universitaria, invece, questo progetto rappresenta una modalità decisamente interessante per conquistare il mercato dell'educazione. La creazione di libri in formato digitale, o eBook, permette infatti all'editore di risparmiare i costi di stampa e di evitare il fenomeno dei resi ma anche di ridurre e controllare il fenomeno della pirateria e delle fotocopie; le case produttrici, collaborando con le università, possono invece mettersi in gioco ed espandersi in un mercato, quello universitario, che vede quasi un milione e mezzo di studenti, e quindi di potenziali clienti, solo in Italia.

Quali sono, invece, i limiti del progetto? Al momento, questi sono poco noti in quanto il corso, iniziato da appena tre settimane, non ha ancora potuto entrare a pieno regime ed essere analizzato a fondo. Va però detto che, al momento, sia i docenti che gli studenti sembrano decisamente soddisfatti ed attratti dalla nuova modalità di lavoro che permette loro una miglior relazione studente/docente ma anche di prendere appunti in ogni situazione, anche senza avere punti di appoggio.
Un limite potrebbe essere legato alle funzionalità dell'Eee Note EA800, che non è proprio un Tablet PC. Questo dispositivo, decisamente interessante, è infatti un piccolo tablet senza tastiera dotato di un sistema operativo Linux dalle funzionalità ridotte che necessita in molte occasioni di una sincronizzazione con il PC e che quindi risulta meno funzionale rispetto ad un Tablet PC completo quale l'Eee Slate EP121 che la stessa Asus ha prodotto ma che non distribuirà nel nostro paese per ancora molti mesi.
Trattandosi tuttavia di un dispositivo con tecnologia Wacom che viene venduto a 250 euro IVA inclusa si tratta di un ottimo compromesso tra funzionalità e costi che ben si adatta a un progetto di questo tipo.

Per maggiori informazioni riguardo all'Asus Eee Note EA800 rimando all'ottima recensione prodotta da EeePC.it

2 commenti:

Max ha detto...

resto in attesa di novità!! =)

Nemesis ha detto...

Non è giusto, anche noi di ingegneria vogliamo il corso con i tablet!!